Free books The Unmother: La Madre Mai NataAuthor Juliet Branwen – Collateralloan.co

Feedback del racconto The unmother la madre mai nata di J BranwenLa scena di questo elettrizzante racconto si snoda in una misteriosa e elegante villa arroccata sui monti liguri e costruita a picco sul mare Qui vivono il piccolo Gabriel ed i suoi genitori Dalila e Marco, che dopo numerosi sacrifici, sono finalmente riusciti a acquistare la casa dei loro sogni Tuttavia, sin dai primi giorni, qualcosa di oscuro sembra aggirarsi nelle stanze Gabriel afferma di essere in grado di vedere un uomo con un cappello e una donna elegantemente vestita, proprio come la dama ritratta in uno dei quadri appesi in casa Nessun altro sembra essere in contatto con queste entit Sar frutto della sua immaginazione, tanto fervida nell infanzia o realt Ho avuto la possibilit di leggere questo racconto quasi per caso L attenzione caduta sulla cover che trovo veramente affascinante Senza farlo apposta dopo poco l autrice mi ha contattata chiedendomi se potevo leggere la sua opera per darle un opinione Ci che possiamo immaginare dalla copertina ci che il racconto trasmette Bellezza unita ad un alone di inquietudine che non abbandona mai il lettore durante tutta la lettura L autrice utilizza uno stile fluido e accattivante che incanta Bravissima nel saper suscitare differenti sensazioni dalla tensione alla paura, dall ansia allo stupore sino alla rabbia Nonostante la brevit dell opera, ogni particolare curato in maniera precisa e minuziosa, personaggi e ambientazioni che, con il loro alone di mistero creano il giusto grado di tensione nel lettore Garantiti i colpi di scena Ottima prima prova per questa giovane scrittrice che vi consiglio di leggere ed alla quale assegno quattro stelle e mezzo su cinque. da molto che non leggo racconti horror, in quanto questo genere non mi ha mai appassionato, ma The Unmother mi ha affascinato dall inizio alla fine, portandomi a leggerlo tutto d un fiato un ottima storia, consigliata per gli amanti del genere ma anche per chi, come me, di solito legge altro. Ok, lo ammetto, sono una fifona Ma i brividi che questo racconto mi ha messo addosso non sono dovuti soltanto alla mia spiccata suscettibilit di fronte alle presenze paranormali Un ruolo fondamentale ha avuto la magistralit con cui l autrice ha saputo coinvolgere il lettore, creare quel ritmo incalzante che mi ha trascinato all interno della storia, dare vita a descrizioni cos vivide da essere in grado di vederle sfilare davanti agli occhi.Mi complimento quindi con Juliet per questo ottimo esordio e la invito a procedere su questa strada gi ben tracciata.Invece a voi, ovviamente, consiglio di entrare in questo racconto. Mi spieghi come mai non hai intenzione di andare a dormire colpa sua , disse, indicando la camera Di chi Di quello col cappello The Unmother La madre mai nata , un racconto horror che si legge tutto d un fiato e che non delude Juliet Branwen riuscita a utilizzare i meccanismi del genere alla perfezione, dipingendo immagini inquietanti e suggestive, in grado di ricreare la giusta atmosfera Le descrizioni sono senza ombra di dubbio uno dei punti forti di questo debutto la villa, con i suoi scricchiolii e le sue stanze dall aria antica, con la sua posizione sul mare, sferzata dal vento e dalle tempeste gli elementi sovrannaturali, con i loro dettagli raccapriccianti il contrasto fra gli oggetti della quotidianit e quelli fuori posto il quadro, il baule che lasciano al lettore la sensazione che qualcosa non torni, com giusto che accada quando si leggono scritti del genere.Se invece c una pecca, l ho trovata nei dialoghi, che a volte mancano di spontaneit e verosimiglianza.Tutto sommato ho davvero apprezzato la lettura, per la trama semplice ma efficace , per i personaggi ben tratteggiati anche in cos poco spazio e per il finale.Consigliato. Esistono Case Che Non Possono Essere Abitate Da Nessuno, N Possedute Chi Vi Dimora Libero Di Occupare Soltanto Quel Labile Velo Che Separa I Vivi Dal Mondo Delle Ombre, Almeno Finch La Luce Sar Abbastanza Forte Da Tenerle LontaneDalila Si Appena Trasferita In Una Splendida Villa Sulla Cima Di Una Collina, Insieme Al Marito E Al Figlio Gabriel Ma Davvero La Casa Dei Suoi Sogni O Forse Cela Un Terribile Segreto, Che Soltanto Le Tenebre Possono Svelare Dalila Comincia A Domandarselo, Quando Il Piccolo Gabriel Le Racconta Di Un Terribile Fantasma Che Si Aggira Per Le Stanze La Fantasia Di Un Bambino, A Volte, Vede Oltre La Patina Lasciata Dal Tempo La Bella Dama Dalla Veste Verde, Ritratta In Un Misterioso Dipinto, Potrebbe Essere La Chiave Per Rivelare I Ricordi Di Un Passato Tenebroso, Che Il Male Ha Cercato Di Tenere Segreti Ho Sempre Pensato Che I Defunti Fossero Legati Al Luogo Della Loro Scomparsa, Almeno Quanto I Vivi Lo Sono A Quello In Cui Hanno Visto La Luce Per La Prima Volta Al Contrario, Non Avrei Mai Immaginato Che Alcuni Di Essi Fossero Condannati Alla Prigionia, Segregati In Un Limbo Di Immobilit , Eterno E Infinito Almeno, Non Prima Di Averlo Provato Sulla Mia Stessa Pelle Unmother La Madre Mai Nata L Opera Di Debutto Di Juliet Branwen Nel Mondo Della NarrativaSe Volete, Potete Seguire L Autrice Su Facebook E Instagram, Cercando Bambole D Inchiostro E Julia Bibi Breve ma ben scritto L atmosfera che si crea forte Credo che l autrice abbia raggiunto il suo scopo Avrei approfondito di pi la storia dando vita a un vero e proprio romanzo perch , a mio parere, lo meritava. Un racconto horror costruito con cura e padronanza sia della lingua che delle tecniche narrative, riesce a coinvolgere il lettore e gli impedisce di staccarsi dalle pagine fino al epilogo Una bella sorpresa, complimenti all autrice. Bellissimo libro lo consiglio vivamente ottime le descrizioni sia di carattere ambientale che emotivo E molto suggestivo fino alla fine