[Ebook] Il miglio verde Con Stephen King – Collateralloan.co

Amazing Book, Il Miglio Verde Author Stephen King This Is Very Good And Becomes The Main Topic To Read, The Readers Are Very Takjup And Always Take Inspiration From The Contents Of The Book Il Miglio Verde, Essay By Stephen King Is Now On Our Website And You Can Download It By Register What Are You Waiting For Please Read And Make A Refission For You


4 thoughts on “Il miglio verde

  1. erigibbi erigibbi says:

    Questo libro stato concepito in realt come un romanzo a puntate, prendendo spunto in particolare da Charles Dickens stato pubblicato infatti in 6 volumi con cadenza mensile da marzo ad agosto del 96 Sicuramente sapete poi che il romanzo stato adattato per il cinema con l uscita del film con omonimo titolo nel 99 in cui Tom Hanks ha interpretato Paul Edgecombe e Michael Clarke Duncan ha interpretato John Coffey.La storia ambientata nel penintenziario di Could Mountain, in particolare nel Blocco E dove si trova uno stretto corridoio di celle noto come Il Miglio Verde per il caratteristico colore del pavimento Il narratore Paul, il capo delle guardie che nel 1932 ha presieduto a pi di 78 esecuzioni Nel miglio verde infatti si trova Old Sparky, la sedia elettrica Nel periodo in cui la storia fa riferimento, nel miglio si trovano 3 detenuti Delacroix, chiamato Del Wharton il pi psicopatico e John Coffey Quest ultimo un ragazzone di colore, grosso e alto, molto alto, accusato di aver stuprato e ucciso due bambine, sorelle gemelle.Capiamo fin da subito che lo scopo del libro farci capire se John Coffey, che si pronuncia come la bevanda ma si scrive in un altro modo, sia veramente o meno colpevole E se il libro pone al lettore questa domanda, possiamo capire fin da subito che no, Coffey non ha commesso nessun reato Questo secondo me un aspetto molto interessante King fin da subito ci fa implicitamente capire che John innocente quindi il lettore potrebbe chiudere il libro immediatamente so gi che John Coffey innocente, perch dovrei continuare , per di pi ci fa capire fin dall inizio che il suo destino morire sulla sedia elettrica, ulteriore motivo per cui il lettore potrebbe chiudere il libro, cio ragazzi, il finale lo sappiamo fin da subito eppure, tutti voi andrete avanti fino alla fine Nonostante sappiate gi come andranno le cose, voi continuerete nella lettura, non potrete staccarvi e vi dir di pi, nonostante sappiate come andranno le cose, piangerete, per un motivo o per un altro, voi piangerete Credo che solo uno scrittore di spessore possa permettersi di dire o di far capire come vada a finire il libro conscio del fatto che il lettore andr avanti comunque Forse un atto di presunzione dico gi come va a finire perch sono talmente bravo che so che il lettore andr avanti comunque a leggere ma King questa presunzione se la pu anche permettere a mio parere.Un altro aspetto molto interessante che King in questo libro ci parla di Coffey narrandoci inizialmente di altri avvenimenti che con Coffey non c entrano Ci viene narrata la storia di Del, perch nel miglio, come si comportato da quando si trova nel miglio, l amicizia stretta con un topolino che si trovava nel carcere non come prigioniero sia chiaro ci viene narrata la storia di Percy, una guardia molto giovane che si trova l solo perch ha delle conoscenze e infatti, potremo poi capire che Percy oltre a non saper fare quel lavoro pure una persona cattiva ci viene narrata la storia di Wharton, soprannominato Billy the Kid. Insomma, inizialmente ho avuto l impressione che Coffey fosse solo il personaggio di contorno e non capivo perch raccontarmi di tutta una serie di caratteristiche o di episodi riguardanti altri personaggi che dovevano essere secondari Poi, ovviamente, tutto risultato legato, tutto aveva un senso, tutto e tutti erano collegati a John Coffey ed stato meraviglioso scoprire un po alla volta questi legami stato come sciogliere i mille nodi che si formano con le cuffie, pian pianino ho sbrogliato la matassa e il risultato stato veramente meraviglioso.Un ulteriore aspetto che mi ha colpito molto positivamente sono state le ripetizioni Io non me rendevo conto ma in qualche modo durante la narrazione Paul partiva da un fatto e poi legava ad esso altri accadimenti tanto che poi il fatto principale, da cui partiva la narrazione, non veniva concluso in quel capitolo King ha pensato bene di cominciare poi il capitolo successivo con l evento del capitolo precedente per fare in modo che Paul lo concludesse Ma la cosa fantastica che il capitolo successivo iniziava utilizzando le stesse parole che Paul aveva usato per narrare il fatto precedente non concluso me ne rendevo conto che le parole erano identiche, se non per l aggiunta di vi stavo raccontando questo quando mi sono interrotto. e comunque io lo rileggevo Rileggevo le stesse identiche parole, come un rewinde e non ho mai pensato, nemmeno una volta, di saltare la parte, essendo identica, perch era un piacevole modo per riagganciarmi al filo conduttore, per riagganciarmi alla storia nel punto in cui si era interrotta Ho trovato questa modalit di narrazione molto particolare, almeno io non ho mai letto un libro scritto in questa modo, e mi piaciuta molto Ho versato molte lacrime e non lo credevo possibile Voglio dire, fin dall inizio mi sono detta Erika, Coffey muore, mettitela via eppure ci sono stati dei momenti in cui vi giuro ragazzi, avevo male al cuore Sapevo perfettamente come sarebbero andate le cose eppure King riuscito, ancora una volta, a farmi stare male, malissimo.Vi consiglio assolutamente questo libro perch oltre ad essere scritto molto bene e ad essere narrato in modo particolare, la tematica trattata importante Non solo si parla di pena di morte e badate bene, non ci sono paternali e nessuno ci dice i pro della pena di morte sono questi, i contro sono questi ma si approfondisce la questione dell uso della pena di morte con i colpevoli e con gli innocenti A questo proposito mi stavo dimenticando di una cosa Del chiaramente colpevole ma mai, mai ho pensato si merita di morire o merita la sedia elettrica e non perch io sono buona, non perch io sono contro la pensa di morte, non questo il punto Il punto che King riuscito con Delacroix a farci vedere la persona, non ci ha mai fatto vedere il mostro ma solo la persona e vi giuro, quando arrivata l ora della morte di Del, ho pianto per lui e per Coffey avrei preferito che le cose fossero andate diversamente e ripeto, Del colpevole, Coffey innocente.Il libro ben scritto, i temi sono importanti, vi porrete delle domande e sar un libro che alla fine vi lascer qualcosa Una volta terminato, credetemi, non riprenderete la vostra vita cos come se niente fosse, un libro che secondo me lascia il segno.


  2. Non sono Maggherita Non sono Maggherita says:

    Ho gi letto altri libri di Stephen King e posso dire che questo entrato a far parte dei miei preferiti dello scrittore Non mi aspettavo che mi piacesse cos tanto nonostante avessi trovato solo recensioni positive su questo libro, ma temevo fosse una lettura pesante invece mi ha sorpreso parecchio la storia comincia lentamente, dando tempo al lettore di calarsi nell ambientazione cupa del penitenziario e conoscere i personaggi, e dopo circa le prime 200 pagine avvengono colpi di scena uno dopo l altro, spiazzando il lettore senza piet fino alle ultime pagine come solo King riesce a fare Stephen King stato in grado di sorprendermi e spiazzarmi emotivamente con una storia carica di significati, con sempre un accurata caratterizzazione dei personaggi una storia che rapisce e stravolge completamente il lettore quasi fin da subito, commovente e profonda tanto che ho pianto pi volte durante la lettura Non e l horror di Shining o Le notti di Salem, ma si discosta dal genere tipico di King per affrontare temi pi delicati, alcuni attuali come il razzismo , spingendo a riflessione Non ho trovato difetti in questo libro e penso sia uno di quei libri che tutti dovrebbero leggere almeno una volta, soprattutto chi si approccia a King per la prima volta o chi gi suo lettore accanito come me 5 stelle meritatissime


  3. La Lettrice Raffinata La Lettrice Raffinata says:

    Se questo fosse un fumetto di supereroi, il gigantesco John Coffey con i suoi misteriosi poteri sarebbe di certo il coraggioso eroe protagonista, pronto a salvare gli indifesi abitanti di una metropoli Il miglio verde invece un romanzo in grado di raccontare il lato peggiore dell umanit , e di trasformare un potenziale eroe in un essere tormentato non solo da coloro che tenta di aiutare, ma anche dalle sue stesse abilit.L ambientazione da sola conferisce alla storia un atmosfera cupa e angosciante siamo in un penitenziario statunitense negli anni 30, per la precisione nell ala destinata ai prigionieri in attesa della pena capitale L autore gioca sulla continua tensione dal momento che tra i protagonisti ci sono appunto alcuni condannati a morte, e per il loro destino non ci sono pi garanzie che per quello delle guardie di sorveglianza Tra queste troviamo la voce narrante degli eventi, il capocerbero Paul Edgecombe che, una volta anziano decide di raccontare la storia di uno straordinario detenuto, ossia proprio il gigante John Coffey.La vicenda si svolge quindi su due piani temporali da un lato troviamo Paul nella casa di riposo, deciso dopo molti anni a mettere nero su bianco gli incredibili eventi avvenuti nel penitenziario nell autunno 1932 dall altro lato abbiamo un Paul decisamente pi giovane che, affiancato da un affiatato gruppo di fedeli guardi nonch fidati amici , si impegna ad accompagnare nel modo migliore i condannati verso Old Sparky, come viene affettuosamente chiamata la sedia elettrica.Il commento continua sul blog La Lettrice Raffinata


  4. Andrea Spelonga Andrea Spelonga says:

    Se il film ti lascia addosso una sensazione di turbamento, il libro innalza questa sensazione in materia notevole Un libro che va letto assolutamente e che lascia riflettere una volta concluso.Per quanto riguarda la spedizione, come sempre nessun problema con e GLS, consegna puntuale, pacchetto in condizioni perfette cosi come il libro all interno.